Parrocchia e Oratorio
Brembate Sotto





Il Cammino della Catechesi

Primo anno - Classe 2a elementare

Per molti bambini è il primo incontro con la comunità e con Dio. Spesso accade che siano le prime volte che sentono le preghiere e partecipano alla messa. D’altro canto forte è in loro lo stupore e la curiosità nell’approcciarsi a un mondo nuovo. In questo anno la catechesi si sviluppa con i seguenti obiettivi:

  • Conoscere l’oratorio, la cappella, la Chiesa parrocchiale
  • Aiutare i bambini a scoprire in loro l’esigenza profonda di Dio attraverso le cose create, l’esperienza della famiglia e la propria identità attraverso il nome con il quale Dio ci conosce e ci ama e siamo conosciuti dagli altri: rilettura del proprio battesimo
  • Dio ci chiama alla comunione e all’amore: il gruppo, l’amicizia. Piccola nozione di Chiesa come “Comunità di fratelli”. È il primo cammino che compiono con i pari fuori dalla propria famiglia
  • A Dio rispondiamo con il ringraziamento: la preghiera è l’atteggiamento di dire “grazie” a Dio da parte del credente. Imparare le preghiere semplici della Chiesa: segno di croce, Padre Nostro, Ave Maria, Angelo di Dio, l’eterno riposo, ti Adoro del mattino e della sera. Per facilitare questo, durante la messa animata dai bambini il 1 novembre si distribuisce a tutti i ragazzi il libro “Le mie preghiere” stampato in proprio
  • Metodo: i bambini devono essere coinvolti attivamente nell’incontro, anche attraverso giochi che coinvolgano sulla tematica, prevedendo opportuna rilettura

È stato valutato inutile un libro da seguire, più utile fornire fotocopie ai bambini, oltre che dettare consegne, laboratori semplici ecc…

Secondo anno - 3a elementare

In questo anno si deve tenere come obiettivo il Sacramento della Riconciliazione o Confessione:

  • Aiutare i bambini a distinguere ciò che è bene e ciò che è male (secondo la loro possibilità)
  • Dare il nome secondo la tradizione della Chiesa, al bene: “opere di amore e di Carità”, dare il nome al male: “il Peccato”
  • Utilizzare i testi biblici:
    • Genesi 2-3
    • I 10 comandamenti (anche con un video)
    • Il Vangelo di Luca: le parabole della misericordia (Lc 15)

Termina l’anno con la celebrazione del Sacramento della Riconciliazione che deve essere impostato come una festa. Sarà premura dei catechisti scegliere fin dai primi mesi dell’anno un passo evangelico che rappresenti la misericordia di dio, rimanga come icona dell’anno e sia utilizzato il giorno della prima confessione (es. 2015: parabola buon pastore, 2017: padre misericordioso)

Terzo anno - 4a elementare

In questo anno si deve tenere come obiettivo il Sacramento dell’Eucarestia – Prima Comunione. Impostare tutto l’anno sul tema dell’ Eucarestia con la riscoperta della Santa Messa come incontro e culmine della vita cristiana

  • Sviluppo della conoscenza della Celebrazione Eucaristica oggi: le parti della Messa.
  • Fare comprendere ai ragazzi che l’eucarestia è il sacramento principale e il culmine dell’iniziazione cristiana. Si suggerisce in particolare E. Bianchi, Un rabbì che amava i banchetti, Marietti. Conoscenza dei luoghi liturgici: altare, ambone, presbiterio, navata, battistero e prevedere una visita alla chiesa parrocchiale.
  • Presentazione pasqua ebraica (attraverso lettura di Es 12 e laboratorio attivo). Utilizzare i testi evangelici dell’istituzione dell’ Eucarestia: Mt 26,17-35; Mc 14, 10-31; Lc 22,7-34; Gv 13-17; 1 Cor11,17-34
  • Si conclude l’anno con la celebrazione della Prima Comunione. È bene preparare un canto eucaristico e gioioso che faccia da “inno” per l’anno e sia il canto finale della messa di prima comunione.

Quarto anno - 5a elementare

Vissuto il momento forte della prima comunione, il quarto anno serve ai ragazzi per fare sintesi dei primi tre anni di catechismo e iniziare a conoscere/ripassare anche i contenuti della fede cristiana. Il cammino dell’anno rappresenterà l’opportunità di rileggere gli eventi dell’anno liturgico alla luce degli articoli del Credo: io credo (Novembre), credo in un solo dio, in Gesù Cristo (Avvento), fu crocifisso, morto e risorto (Febbraio-Marzo), nello spirito santo (Aprile-maggio), la chiesa. Le due forme del credo: il simbolo degli apostoli e il niceno-costanopolitano In questo anno la catechesi inizia (mese di ottobre) sulla figura di San Paolo, APOSTOLO E MISSIONARIO: biografia semplice, viaggi e autore delle lettere. Prevedere anche ripasso dei dieci comandamenti, argomento difficilmente trattato precedentemente. È possibile intervallare il credo con alcuni temi scelti e concordati di particolare rilevanza per quell’anno, accostati a figure di santi: carità (p. Kolbe, Madre Teresa di Calcutta), pace (San Giovanni XXIII)… Si potrà terminare l’anno con una visita a Sotto il Monte o a Concesio, nei luoghi di nascita di due grandi papi del nostro tempo. La classe anima la processione di san Vittore all’andata.

Quinto anno - 1a media

È il primo anno di preparazione al sacramento della cresima. In questo anno la catechesi è incentrata sulla realtà della Chiesa. Partiamo dalla famiglia come prima comunità o comunità domestica per fare percepire in un secondo momento l’ampio respiro della Chiesa nei diversi livelli:

  • Chiesa locale
  • Chiesa Diocesana
  • Chiesa Universale

Si aiuterà il ragazzo\a a scoprire la Chiesa e la sua struttura, i vari ministeri, i vari servizi e si inviterà i ragazzi a sperimentare un servizio, esempio visita a qualche ammalato di Brembate oppure a distribuire gli ulivi la domenica delle palme. Si terminerà l’anno incontrando il Vescovo o il Vicario generale o episcopale della Chiesa Diocesana e si visiterà la Cattedrale di Bergamo.

Sesto anno - 2a media

In questo anno la catechesi è incentrata sul Sacramento della Cresima o Confermazione della propria fede. I ragazzi dovrebbero sperimentare più che il “finalmente termina il catechismo” la bellezza dell’essere inseriti da “adulti” nella chiesa che è più grande della nostra comunità.

  • Conferma del dono dello Spirito ricevuto nel battesimo
  • Le immagini con cui viene rappresentato lo Spirito Santo: olio, colomba, fuoco, vento…
  • I 7 doni dello Spirito Santo: Intelletto, Scienza, Sapienza; Consiglio, Fortezza, Pietà e Timor di Dio.
  • “la fede senza la Carità è morta”; scoprire i gruppi di servizio presenti in parrocchia: volontariato, caritas\ San Vincenzo, gruppo missionario, animatori adolescenti

Importante scegliere una immagine che guidi tutto l’anno fino alla celebrazione della Cresima (realizzandola in chiesa). Immagine che aiuti a fare sintesi del cammino del ragazzo che cammina guidato dallo spirito santo e dei setti doni. Es. 2015 barca a vela, 2016 mongolfiera, 2017 aquilone, 2018 fuoco.

È bene preparare un canto finale gioioso che faccia da “inno” per l’anno e sia il canto finale della messa di cresima. Durante l’anno si aggiunge il pellegrinaggio a Roma e sulla tomba di Pietro, confermando la fede e prendere l’impegno di essere testimoni. Si termina con la celebrazione della cresima.

Settembre 2021
LuMaMeGiVeSaDo
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

domenica 26 settembre 2021
Nessun evento in programma